Conoscete la differenza tra un campo da beach volley buono e uno cattivo?

Oggi voglio parlarvi del campo da beach volley.

Sapete che in un 95% delle volte si gioca a beach volley c’è un campo buono e un campo cattivo?

Voglio insegnarvi a distinguere il campo buono da quello cattivo in modo che quando si giocano le partite o i tornei di beach volley si giochi con un vantaggio.

ESISTE UN CAMPO DA BEACH VOLLEY BUONO E UNO CATTIVO?

Sì, quasi ogni volta che si gioca a beach volley all’aperto, ci sarà un campo buono e uno cattivo.

Se si gioca al chiuso, bisogna tenere conto di altri fattori, ma anche in questo caso ci possono essere un campo buono e uno cattivo a seconda dell’impianto.

Quando si parla di campo da beach volley si intende il lato del campo dove si giocherà la partita di beach volley.

Quando iniziamo a giocare a beach volley non diamo molta importanza al campo da gioco, non prendiamo in considerazione le variabili che rendono un campo migliore dell’altro.

Queste variabili saranno determinate da dalla direzione e dalla forza del vento, dalla posizione del sole, dalla pioggia o dalla superficie sabbiosa.

Metterò alcuni esempi di possibili variabili che a volte si presentano.

È importante esserne consapevoli per scegliere il campo giusto.

IL VENTO PER SCEGLIERE IL CAMPO GIUSTO

Il vento è il fattore più importante per avere un campo buono o cattivo. Soprattutto, guarderemo alla sua direzione.

Come ho già detto in precedenza, dobbiamo prendere in considerazione la forza con cui soffia perché se non c’è vento (cosa rara quando non c’è vento) non sarebbe un fattore determinante.

Quando pongo questa domanda, di solito c’è qualche controversia, dipende tutto da dal vostro livello di gioco.

Per quelli di noi che sanno giocare beach volley, il campo buono sarebbe dove il vento proviene da davanti.

Per renderlo più facile da ricordare, quando il vento è in faccia, si è nel campo buono, se il vento è dietro la testa, si è nel campo cattivo.

Quando il vento è in faccia, (è in faccia, sottovento) è possibile servire più forte, colpire più forte e rendere più difficile la ricezione dell’avversario.

CONSIGLI PER GIOCARE A BEACH VOLLEY SUL CAMPO BUONO

  • Cercate sempre di giocare e di fare più punti sul campo buono vi darà un vantaggio nel gioco.
  • Evitate di effettuare servizi, attacchi o finte brevi, il vento può portare la palla nel vostro campo.
  • Attaccate e servite sempre verso il fondo del campo.
  • Farete girare di più la palla sia in attacco che al servizio, in modo che la palla scenda e rendere più difficile la difesa dell’avversario.
  • Approfittate di il campo buono per fare punti.
  • I vostri servizi e attacchi devono andare con più forza.
  • Il posizionamento lo manderà più vicino alla rete, orientando bene il corpo.
  • Il tocco di punta sarà limitato, quando c’è vento è più difficile da eseguire.

CONSIGLI PER GIOCARE A BEACH VOLLEY SU UN BRUTTO CAMPO

  • Cercate di segnare il maggior numero di punti possibile quando vi trovate su un campo difficile, come strategia di sopravvivenza.
  • Fare il tuo gioco più difensivo e cercare di trarre vantaggio da dell’errore dell’avversario.
  • Giocare in modo più sicuro e senza commettere errori.
  • Evitare di fare punto a fondo campo, è probabile che la palla esca.
  • I vostri servizi e attacchi dovranno andare con meno forza e dovrete giocare con con maggiore cautela per non commettere errori.
  • Il passaggio di posizionamento non deve essere effettuato vicino alla rete, perché si corre il rischio che vada dall’altra parte del campo. il passaggio di posizionamento più lontano dalla rete.

Seguendo lo stesso esempio della direzione del vento, quando una persona inizia a giocare a beach volley, quando sei un principiante, la scelta del campo buono è di solito il contrario.

Uno dei motivi è che quando si serve o si fa un passaggio in attacco il vento aiuta a passare nella metà campo avversaria.

Ecco perché sei un principiante di solito si sceglie il campo buono al contrario.

Immaginate che il vostro servizio da tennis (a mano alta) non entri, quando il vento vi colpisce dietro la testa vi aiuterà a far passare il servizio oltre la rete.

Capisco che quando iniziamo a giocare a beach volley, la scelta è opposta. ma non sarebbe quella giusta, perché l’idea di allenamento nel beach volley è quella di migliorare in questo sport.

IL SOLE PER SCEGLIERE IL CAMPO BUONO O IL CAMPO CATTIVO

Anche il sole è un fattore determinante nella scelta del campo da beach volley quando si va a giocare una partita.

Per proteggerci dal sole quando giochiamo a beach volley quasi tutti indossano gli occhiali da sole.

Si possono anche indossare cappelli o copricapi che proteggano bene dai raggi solari.

Ci sono persone che non sono abituate a giocare con gli occhiali da sole o con un cappellino, quando devono giocare di fronte al sole è un fastidio per loro.

Se volete saperne di più sul sole e sul beach volley potete leggere come giocare a beach volley con sole.

COME SFRUTTARE AL MEGLIO IL SOLE GIOCANDO A BEACH VOLLEY?

Giochiamo con il vantaggio del sole quando lo abbiamo a noi.

Una delle situazioni in cui trarremo maggior vantaggio da del sole è il servizio.

A tal fine ci metteremo con le spalle al sole e seguendo la traiettoria in base alla sua posizione.

Per servire possiamo utilizzare entrambi i lati del campo, sempre dietro la linea di servizio.

Per sfruttare il sole, dobbiamo calcolare l’altezza del sole e l’altezza della linea di servizio. percorso che vogliamo far seguire alla palla quando serviamo.

Non è una misura infallibile per fare punti, ma alcuni punti si guadagnano usando il sole, soprattutto quando cade nel pomeriggio, è così abbagliante che gli avversari non vedranno la palla.

PIOGGIA PER SCEGLIERE IL CAMPO BUONO

Sono sicuro che avete giocato a beach volley solo poche volte sotto la pioggia.

Se avete mai giocato sotto la pioggia , saprete che è piuttosto fastidioso, anche più del sole.

Non c’è una giacca antipioggia che ci protegga dalla pioggia.

La cosa che ci preoccupa di più quando piove quando giochiamo a beach volley è che le gocce che cadono sul pallone da beach volley vanno sui occhi.

Non sapete quanto sia fastidioso guardare il cielo per un pallone mentre piove. Riesci a malapena ad aprire gli occhi perché le gocce di pioggia ti cadono addosso.

Per ovviare a questo problema, potete indossare un buon paio di occhiali trasparenti per proteggervi dalle gocce di pioggia.

Nel peggiore dei casi, si possono indossare occhiali da sole con lenti non molto scure.

Giocare sotto la pioggia è una seccatura, e scegliere il campo da gioco bene, prestare attenzione alla direzione delle gocce.

Cercate di evitare di versare le gocce negli occhi, perché riuscirete a malapena ad aprirli e questo vi impedirà di vedere durante il gioco.

Esta web utiliza cookies propias y de terceros para su correcto funcionamiento y para fines analíticos y para fines de afiliación. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías.    Ver Política de cookies
Privacidad