Come si gioca a beach volley: Guida per principianti

Come si gioca a beach volley: Guida per principianti

Come si gioca a beach volley: Guida per principianti è un articolo in cui voglio raccontarvi quali sono gli obiettivi che dovremmo avere quando iniziamo a praticare il beach volley.

QUALI SONO I VOSTRI OBIETTIVI QUANDO INIZIATE A GIOCARE A BEACH VOLLEY?

Quando si pratica uno sport, ci si allena continuamente e gli si dedica del tempo, si prova soddisfazione quando si inizia a padroneggiarlo.

Vedo questa soddisfazione nei miei studenti quando entrano per la prima volta nell’arena e a poco a poco cominciano a Migliorano gradualmente fino a costruire giochi a tre tocchi.

In qualsiasi sport è necessario conoscere le tecnica per padroneggiarlo e man mano che la si impara e la si padroneggia gesti tecnici sarete in grado di complicare il gioco e di pensare alle tattiche.

Chiunque inizi a praticare il beach volley dovrà prima di tutto conoscere i gesti tecnici.

Quasi tutti coloro che iniziano a giocare a beach volley vogliono finire senza sapere come farlo, e, peggio ancora, senza conoscere in anticipo i gesti tecnici di base che vi aiuteranno a costruire un’opera e a portarla a termine.

Prima di poter tirare, è necessario padroneggiare i gesti tecnici dell’avambraccio. (difesa) e dita (utilizzato per il passaggio di posizionamento)

PERCHÉ SIAMO OSSESSIONATI DALLO SLAM DUNK?

L’ossessione di fare il miglior slam, il miglior attacco, è data da la spettacolarità del punto in questo sport.

Non è lo stesso fare un punto con un buon attacco di quelli che affondano nella sabbia, come non lo è fare un punto con una breve finta.

Il colpo d’occhio non è lo stesso e l’euforia del giocatore e degli spettatori non è la stessa. Migliore è il tiro, maggiore è l’emozione.

Questa ossessione per il colpo fa sì che molte persone che iniziano a praticare il beach volley non vedono i propri progressi e vogliono solo finire senza prima padroneggiare gli altri gesti tecnici.

QUANDO INCLUDERE LA TECNICA D’ATTACCO?

Per portare a termine l’attacco con una battuta, dobbiamo prima padroneggiare tre gesti tecnici che precedono l’attacco.

Per costruire un attacco nel beach volley dobbiamo costruire delle giocate, sia che si tratti di tre tocchi come regola comune nel beach volley, sia che si tratti di due tocchi come risorsa a sorpresa per i nostri avversari.

Ecco perché voglio dirvi quali sono gli obiettivi del beach volley che dovete porvi e imparare prima di iniziare a fare lo spike.

QUALI SONO I TRE GESTI TECNICI DA IMPARARE PER ATTACCARE NEL BEACH VOLLEY?

I gesti tecnici sono i modi in cui dobbiamo dominare il contatto della palla quando colpisce il nostro corpo.

Si va dall’inizio del gioco, alla difesa o alla ricezione, al piazzamento, per finire con il modo di fare un punto, che può essere con un attacco, una finta, o passando la palla oltre la rete in una zona complicata dove il nostro avversario non se lo aspetta o non se lo aspetta. è difficile per lui costruire un gioco di contropiede.

Vediamo i tre gesti tecnici necessari per costruire una mossa in modo da potersi porre fin dall’inizio dei buoni obiettivi di beach volley.

IL SERVIZIO NEL BEACH VOLLEY

Con il servizio nel beach volley iniziamo il gioco.

Per questo motivo, se non si padroneggia il servizio, difficilmente si riuscirà a costruire il gioco.

Questa è la prima cosa che una persona che inizia a praticare questo sport dovrebbe imparare.

Il servizio consiste in mettere in gioco la palla stando dietro la linea di fondo, colpendo la palla in modo deciso e mandandola oltre la rete nell’altro campo.

Per iniziare il beach volley e per dare inizio alla partita , si allena il servizio a cucchiaio o il servizio di rovescio.

Una volta acquisita la padronanza di questo servizio, che di solito non è molto offensivo, si passerà al al servizio di mano alta.

Entrambi questi gesti tecnici richiedono pratica e l’obiettivo è di è quello di avviare il gioco e fare un punto.

Molte volte lo dimentichiamo quando abbiamo il servizio, giochiamo con un vantaggio o uno svantaggio a seconda delle condizioni atmosferiche, dal lato del campo in cui ci troviamo o dagli avversari.

Per sapere come giocare bene il servizio in partita ho scritto un articolo di come giocare a beach volley in condizioni di vento.

È importante tenere presente che con il servizio si può fare un punto.

Il servizio a livello di principianti sarà utilizzato per mettere la palla in gioco e nei livelli più avanzati dovremo tenere conto del fatto che con il servizio non iniziamo più il gioco ma che di fare un punto o di complicare il contrattacco.

DIFESA E RICEZIONE NEL BEACH VOLLEY

Una volta iniziato il gioco padroneggiando il servizio, il passo successivo, e per me uno dei gesti tecnici più importanti del gioco, è la ricezione e la difesa del servizio. importante nel beach volley è il colpo di avambraccio.

Il colpo di avambraccio è il colpo più usato nel beach volley.

Lo utilizzeremo per la maggior parte del tempo per difendere i palloni e costruire le giocate.

Questo gesto è quello che dobbiamo sottolineare di più nella sua padronanza perché se non lo padroneggiamo avremo difficoltà a fare giochi a tre tocchi.

Il colpo d’avambraccio, nella maggior parte dei casi, è il gesto che utilizziamo nel primo tocco, quindi è un obiettivo del beach volley. imparare a padroneggiarlo.

Ricordate che nel beach volley sono consentite le seguenti cose: tre tocchi al massimo tra i giocatori.

Quando si padroneggia il gesto dell’avambraccio, dirigerlo verso il lato corretto del campo. si sarà in grado di costruire un gioco a tre tocchi.

TOCCO DI PUNTA E POSIZIONAMENTO NEL BEACH VOLLEY

Il tocco di punta all’interno dei tre gesti tecnici che sto spiegando qui sono il terzo gesto tecnico da imparare per i principianti del beach volley.

Le dita nel beach volley hanno molte particolarità che lo differenziano dalla pallavolo da campo.

Una di queste è che permette una maggiore ritenzione della palla nelle mani e che la palla non rotola via quando si separa dalle nostre mani.

Le dita nel beach volley sono controverse a livello amatoriale e di principianti perché non sono ben padroneggiate.

Anche a livello professionistico ci sono giocatori di beach volley che preferiscono omettere le dita.

Il tocco delle dita viene utilizzato per effettuare il passaggio di posizionamento e il nostro partner effettua l’attacco.

Se si vuole approfondire l’argomento, si può consultare il manuale Il tocco delle dita nel beach volley.

QUAL È L’ORDINE DEI GESTI TECNICI PER FORMARE UN MOVIMENTO?

La sequenza perfetta nel beach volley per eseguire una mossa sarebbe la seguente.

  1. Il nostro avversario inizia il gioco con un servizio.
  2. PRIMO TOCCO: Un giocatore esegue il tocco di avambraccio per difendere il servizio e iniziare a costruire il gioco.
  3. SECONDO TOCCO: Un giocatore esegue il passaggio di posizionamento con il gesto tecnico delle dita o degli avambracci.
  4. TERZO TOCCO: Se c’è una buona costruzione di gioco, il mio compagno di squadra può attaccare con una conclusione.

Questa sequenza è la più ripetuta nel beach volley.

Ciò non significa che si debba sempre costruire un gioco con questa sequenza.

Può darsi che la complessità del gioco diventi maggiore e che si debba modificare la sequenza utilizzando altre risorse del beach volley.

CONCLUSIONI SUGLI OBIETTIVI DEL BEACH VOLLEY

Se siete alle prime armi con questo sport, prima di pensare a concludere dovete padroneggiare i tre gesti tecnici di cui ho parlato.

  • Servire
  • Ricezione, avambracci, difesa.
  • Posizionamento, dita.

È normale che quando quando iniziamo a giocare a beach volley la prima cosa che vogliamo imparare è a fare lo spike ma prima di tutto dobbiamo costruire il gioco perché non ha senso allenarsi a tirare se non si sa come costruire gli schemi.

Nei primi livelli di chi inizia a praticare questo sport, il gesto dello smash di solito non viene allenato. finché non hanno acquisito la padronanza del servizio, della ricezione e del piazzamento, quindi questi sono gli obiettivi principali del beach volley per i principianti.

Non disperate e padroneggiate questi tre gesti tecnici prima di saltare come una cavalletta sopra la rete.

Esta web utiliza cookies propias y de terceros para su correcto funcionamiento y para fines analíticos y para fines de afiliación. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías.    Ver Política de cookies
Privacidad